Profilo professionale

Gli specialisti della sicurezza sul lavoro e della protezione della salute (SLPS) possono esercitare nelle aziende di tutti i settori economici o presso organi esecutivi quali la Suva, la SECO e gli ispettorati cantonali del lavoro. Nell’esercizio della loro funzione, garantiscono che l’azienda si attiene alle disposizioni di legge in materia di SLPS.

Regolamento e direttiva concernenti l’esame professionale

Risposte alle domande più frequenti

Il regolamento e la direttiva concernenti il nuovo esame professionale sono stati approvati dalla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) nell’agosto del 2017.

Qui di seguito sono pubblicate le domande più frequenti concernenti il nuovo regolamento d’esame e le risposte sono state formulate in base allo stato attuale del progetto.

Quando si svolgerà il primo esame professionale per «Specialista della sicurezza sul lavoro e della protezione della salute (SLPS)»? Con quale cadenza verrà proposto?

Il primo esame professionale si svolgerà ad aprile 2018 in lingua tedesca e saranno ammessi coloro che sono in possesso dei requisiti richiesti.

Il primo esame in francese è previsto nell’autunno del 2018, mentre quello in italiano a partire dal 2019.

Chi è ammesso all’esame professionale?

All’esame professionale federale è ammesso chi dispone dei certificati di fine modulo e di equipollenza necessari (v. prossima domanda) e

a) dispone di un attestato federale di capacità (AFC) o di un diploma equivalente e può attestare almeno tre anni di pratica lavorativa, di cui almeno uno nel settore della SLPS, o

b) dispone di una maturità liceale, una maturità specializzata, un certificato di scuola specializzata o di un diploma equivalente e può attestare almeno cinque anni di pratica lavorativa, di cui almeno uno nel settore della SLPS, o

c) dispone di un diploma di scuola universitaria e può attestare almeno tre anni di pratica lavorativa, di cui almeno uno nel settore della SLPS e d) dispone dei certificati di fine modulo e di equipollenza necessari.

Conformemente all’Ordinanza sulla qualifica degli specialisti della sicurezza sul lavoro (RS 822.116), gli esperti nell’ambito della sicurezza e gli ingegneri della sicurezza sul lavoro sono automaticamente ammessi all’esame professionale federale.

Esiste un corso preparatorio all’esame professionale federale per specialista della sicurezza sul lavoro e della protezione della salute (SLPS)? Quanto dura? 

I corsi preparatori all’esame professionale federale sono organizzati dagli istituti di formazione riconosciuti che provvederanno a definire l’inizio, la durata e il costo del corso.

Qui trovate l’elenco degli istituti di formazione riconosciuti. Qui trovate un elenco degli istituti di formazione a noi noti. 

Di quale titolo potranno fregiarsi coloro che hanno assolto solo alcuni dei moduli del corso di formazione?

Il titolo di «Specialista della sicurezza sul lavoro e della protezione della salute (SLPS)» è riservato a coloro che hanno superato l’esame finale. Al termine dei singoli moduli potranno essere rilasciati dei certificati di fine modulo che varranno come formazione continua.

A quanto ammontano le tasse dell’esame finale?

L’ammontare delle tasse sarà comunicato direttamente dai singoli istituti di formazione, al più tardi col bando dei primi esami.

Il titolo di «Specialista della sicurezza sul lavoro e della protezione della salute (SLPS)» autorizza a utilizzare anche quello di «Specialista MSSL»?  

La revisione dell’Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali (OPI; RS 832.30), la cui entrata in vigore è prevista per il 1° aprile 2018, consentirà a chi avrà superato il relativo esame professionale di essere riconosciuto come specialista della sicurezza sul lavoro.

I diplomi di «specialista MSSL» rilasciati finora continueranno a essere riconosciuti?

Il riconoscimento come «Specialista MSSL» non compete all’Associazione per la formazione professionale superiore SLPS ma è disciplinato dall’Ordinanza sulla qualifica degli specialisti della sicurezza sul lavoro (RS 822.116) e in futuro anche dall’Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali (OPI; RS 832.30). 

L’Associazione per la formazione professionale superiore SLPS si adopererà, nell’ambito delle proprie possibilità, affinché coloro che supereranno l’esame professionale siano riconosciuti come specialisti MSSL e affinché agli attuali diplomi si applichino opportuni regolamenti transitori. Gli specialisti MSSL sono liberi di completare la propria formazione continua e di sostenere l’esame professionale. Per l’ammissione facilitata all’esame o la domanda per ottenere l’attestato professionale senza dover superare l’esame, fanno stato le direttive transitorie contenute nel regolamento d’esame.

Gli esperti nell’ambito della sicurezza e gli ingegneri della sicurezza ai sensi dell’Ordinanza sulla qualifica degli specialisti della sicurezza sul lavoro (RS 822.116) che hanno assolto il CAS (Certificate of Advanced Studies) «Lavoro e salute» possono richiedere l’attestato professionale senza sostenere l’esame per un termine transitorio di cinque anni.

Gli attestati di esperto nell’ambito della sicurezza e di ingegnere della sicurezza rilasciati dalla CFSL restano validi?

Riconoscere la validità dei certificati rilasciati da altre organizzazioni non compete all’Associazione per la formazione professionale superiore SLPS. La CFSL ha depositato presso l’Ufficio federale competente una domanda di riconoscimento dell’attestato professionale di «Specialista SLPS» che riguarda solo ed esclusivamente questo attestato professionale. 

Il nuovo esame professionale comporta conseguenze per il titolo di ingegnere della sicurezza?

L’introduzione dell’esame professionale non interessa in alcun modo il titolo di ingegnere della sicurezza CFSL. Si prevede, attorno al 2020, di introdurre un esame professionale superiore, superato il quale verrà rilasciato un titolo che sostituirà quello attuale. Il relativo regolamento d’esame conterrà le disposizioni transitorie applicabili.

Sono previste disposizioni transitorie per gli igienisti del lavoro DAS (Diploma of Advanced Studies) o MAS (Master of Advanced Studies)?

Le competenze acquisite con il titolo di igienista del lavoro corrispondono a quelle di un ingegnere della sicurezza e non a quelle di un esperto nell’ambito della sicurezza.  Eventuali disposizioni transitorie o disposizioni concernenti l’ammissione facilitata saranno discusse quando verrà elaborato l’esame professionale superiore per l’ottenimento del titolo che sostituirà quello attuale di ingegnere della sicurezza CFSL